Colibrì – Kati Hiekkapelto

[Questa recensione è stata scritta per Thriller Cafè]

colibrìUn reato d’onore, un barbaro omicidio e un collega di merda”: è questa la sintesi del primo giorno di lavoro per Anna Fekete, agente scelto di origini ungaro-serbe da poco ritornata nel paese sulle coste finlandesi dove a lungo ha abitato e che ora la accoglie come parte della sezione crimini violenti della città. Ed in effetti non fa in tempo ad ambientarsi che la sua squadra si trova coinvolta in ben due casi: Dijar, una ragazza immigrata dal Kurdistan, denuncia minacce da parte della sua famiglia, ma in commissariato è lei stessa a ritrattare le accuse. Contemporaneamente viene ritrovato in un bosco il cadavere di una donna barbaramente uccisa. Non bastasse tutto questo, Anna dovrà far coppia con Esko, poliziotto rozzo che non fa nulla per metterla a suo agio trattandola con irritante sufficienza e non nascondendo la sua avversione per le donne e per gli stranieri.

Continua a leggere su Thriller Cafè.

La mia libreria su Anobii.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...