Irène – Pierre Lemaitre

[Questa recensione è stata scritta per Critica Letteraria]

IrèneCamille è un poliziotto alto un metro e quaranticinque, “una pallida copia di Tolouse-Lautrec, solo meno deforme”. Il caso che si trova ad affrontare sembra uscito da un incubo: sono stati ritrovati i cadaveri smembrati di due donne; la testa staccata, gli occhi bruciacchiati, i corpi martoriati. Il medico legale confermerà con dettagli scioccanti ciò che è evidente si dall’inizio: tortura spietata, orrore ed una follia più tremenda della morte. Sul muro, una scritta di sangue: “Sono tornato”. Di fronte a questa scena del crimine colma di nefandezze

non si tratta neanche di scoprire, come per altri delitti simili, il significato che un preciso oggetto rappresenta nella sua vita personale, perché in un certo senso, l’oggetto in sé non ha alcuna importanza. È l’insieme che conta. Arrovellarsi a cercare il significato di ogni segno non servirà a nulla. È come se cercassimo il senso di ogni frase in un’opera di Shakespeare. Così facnedo, sarebbe impossibile comprendere il Re Lear. È il senso globale che va cercato.
Continua a leggere su Critica Letteraria.
La mia libreria su Anobii.
Annunci

2 pensieri su “Irène – Pierre Lemaitre

  1. Pingback: Alex – Pierre Lemaitre | Di rumore e furia

  2. Pingback: Tre giorni e una vita – Pierre Lemaitre | Di rumore e furia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...