7-7-2007 – Antonio Manzini

[Questa recensione è stata scritta per Critica Letteraria]

6441-3

L’ultimo libro di Antonio Manzini dedicato a Rocco Schiavone (Orfani bianchi, il suo romanzo più recente, non fa parte della saga) è un tassello importante nella storia del vicequestore di Aosta. Le vicende che nelle puntate precedenti avevano portato all’omicidio della sua amica Adele, uccisa a casa di Schiavone perché scambiata per quest’ultimo, mettono alle strette il poliziotto che è costretto a raccontare ai superiori chi è l’assassino e perché ce l’ha con lui. Per farlo, dovrà andare indietro nel tempo e finalmente il lettore potrà scoprire cosa è successo quel fatidico 7 luglio 2007, una data che ricorre spesso nei gialli di questo scrittore perché è proprio quel giorno che è morta Marina, la moglie che Rocco non ha mai dimenticato (tanto da parlarci ancora e vederla, come fosse un fantasma quasi tangibile) e la cui scomparsa prematura ha determinato il carattere chiuso e dolente del protagonista.
Continua a leggere su Critica Letteraria.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...